Fistola e ciste pilonidale: cosa sono?

Cos’è la cisti polonidale? In questo articolo parleremo della fistola e ciste pilonidale.

La cisti pilonidale è una lesione che si sviluppa a livello cutaneo sopra il solco intergluteo. Quest cisti sono innocue finché non si infiammano, vanno incontro a infezioni o flogosi. Se una cisti pilonidale si infetta può degerare in un ascesso e quindi è estremamente dolorosa.

Tutti possono avere questa cisti anche se la lesione è più comune nei giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni. Solitamente le persone che restano sedute per lunghi periodi di tempo possono avere un maggior rischio.Esistono 3 diversi tipi di cisti:

  • fistola pilonidale – si tratta di una piccola apertura tra la cisti infetta e un orifizio cutaneo. Dalla lesione esce il liquido e se si chiude determina la formazione di ascessi ricorrenti.
  • cisti pilonidale – si tratta di una sacca non infetta ed è lievemente dolente alla palpazione.
  • ascesso pilonidale – potrebbe causare un’infezione batterica della cavità cistica.

Quali sono i sintomi?

Alcuni individui non avvertono alcun dolore, altri invece avvertono i seguenti sintomi:

  • dolore
  • gonfiore
  • arrossamento
  • febbre
  • cefalea

Quali sono le cause?

Tra le cause abbiamo un’infezione del follicolo pilifero, i peli incarniti potrebbero provocare una reazione infiammatoria locale. Altri fattori di rischio potrebbe essere:

  • i soggetti obesi
  • la scarsa igiene
  • indossare indumenti stretti
  • sudorazione eccessiva

Qual è il trattamento?

Il trattamento dipende dalla tipologia della malattia, si potrebbe anche ricorrere ad un intervento.

Se l’ascesso è acuto si ricorre ad un’ incisione della lesione e drenaggio del pus, in maniera tale da ridurre l’infiammazione e il dolore. Bisogna sempre tenere pulita la ferita finchè la pelle non è completamente pulita.  Dopo la guarigione, la pelle nella piega delle natiche deve essere tenuta pulita e priva di peli. Questo si ottiene con la rasatura o mediante applicazione di un agente che rimuove i peli ogni due o tre settimane fino all’età di 30 anni. Dopo 30 anni, i peli diminuiscono, diventano più morbidi e la piega della natica diventa meno profonda.