Libri aforisma di Erri De Luca

Il vuoto in faccia a un muro, lasciato da una libreria venduta, è il più profondo che conosco.

 

I libri mi riempivano il cranio e mi allargavano la fronte. Leggerli somigliava a prendere il largo con la barca, il naso era la prua, le righe onde.