Occlusione venosa retinica

L’occlusione venosa retinica può colpire la vena centrale della retina globalmente (occlusione della vena centrale della retina) o solo un suo ramo (occlusione di branca della vena centrale della retina).

E’ importante precisare però che Noi di Mondomamma.org riportiamo solo quanto scritto sugli altri siti di notizie e non siamo medici. Per avere maggiori informazioni bisogna rivolgersi ad un medico specialista.

Occlusione venosa retinica: quali sono le cause?

L’occlusione venosa retinica si manifesta nei pazienti che hanno più di 60 anni e che hanno altre patologie come:

  • ipertensione arteriosa
  • diabete mellito
  • disturbi cardiocircolatori
  • fumo
  • anomalie della coagulazione
  • bronco pneumopatie ostruttive
  • livello oculare: glaucoma, ipermetropia, alcune vasculiti retiniche e rare anomalie congenite della vena centrale della retina.

È l’occlusione della vena retinica nella sua porzione terminale, a livello del nervo ottico.

Si distinguono due forme:

  • non ischemica (75% dei casi): caratterizzata da emorragie diffuse nel tessuto retinico e da un calo visivo;
  • ischemica (più rara): con emorragie diffuse e specificamente localizzate a livello maculare ed estese aree di ischemia da non perfusione capillare.

La Diagnosi

Si consiglia di effettuare la fluorangiografia retinica e l’OCT