Tutto quello che c’è da sapere sulla Sindrome di Eisenmenger

Cos’è la sindrome di Eisenmenger, quali sono le cause e quali sono i sintomi? La sindrome di Eisenmenger deriva da una problematica di ipertensione polmonare con uno shunt centrale invertito. È una rara cardiopatia congenita che subentra quando le pressioni polmonari superano quelle sistemiche e può derivare da difetti del setto interatriale e del setto interventricolare, difetti del canale atrio-ventricolare e persistenza del dotto arterioso di Botallo. La comunicazione tra le due camere cardiache, in seguito ad un difetto congenito, causa ipertensione polmonare. Emerge di solito durante la pubertà e comporta scarse possibilità di sopravvivenza.

I fattori più influenti e aggravanti sono emorragie, febbre, diarrea, vomito, gravidanza, puerperio e, con il tempo, può insorgere insufficienza cardiaca. La diagnosi si basa sulle anomalie dell’elettrocardiogramma e sull’imaging, confermata poi dal cateterismo cardiaco e dalla misurazione dell’arteria polmonare. Agire su tale sindrome significa tenere sotto controllo le condizioni che possono aggravare la malattia, come gravidanza, sforzo fisico. Un modo, invece, per evitare l’insorgenza del problema consiste in un intervento chirurgico correttivo precedente alle modificazioni polmonari.

 

Scopri quali sono  le tipologie di sindrome più comuni

Sindrome

Sindrome della morte in culla

Sindrome della vescica dolorosa

Sindrome di asperger

Sindrome di Beals

Sindrome di brugada

Sindrome di Budren

Sindrome di charge

Sindrome di churg-strauss

Sindrome di cushing

Sindrome di down

Sindrome di eisenmenger

Sindrome di jeune

Sindrome di ohdo blefarofimosi

Sindrome di klinefelter

Sindrome di Perrault

Sindrome di Phelan Mcdermid

Sindrome di rokitansky

Sindrome di sjogren

Sindrome di timothy

Sindrome di tourette

Sindrome di williams