Tag: acne

0

Cos’è l’ acne neonatale ? cause e sintomi

Cos’è l’ acne neonatale ? cause e sintomi

Tutto quello che c’è da sapere sull’acne neonatale

Nell’ immaginario di tutti la pelle dei neonati è liscia e morbida eppure alcuni bambini presentano, appena nati, brufoletti e pustole. Stiamo parlando di acne neonatale che si verifica in quasi il 20% dei neonati .

L’acne neonatale è una condizione della pelle comune, di solito temporanea che si sviluppa sul viso o sul corpo di un bambino. Quest’acne si manifesta in piccole protuberanze rosse o bianche o brufoli. In quasi tutti i casi, l’acne si risolve da sola senza trattamento. Spesso i neonati nascono con piccole bollicine arrossate, alcune volte con una puntina gialla, proprio simili ai foruncoli tipici dell’adolescenza.

L’acne del bambino si verifica solo nei primi mesi di vita del bambino. L’acne infantile può durare fino a quando il bambino ha 2 anni. L’acne infantile è molto meno comune dell’acne del bambino.

Che cosa causa l’acne neonatale?

Per comprendere la causa dell’acne neonatale è necessario ricordarsi che gli ormoni passano da madre in figlio durante la gravidanza. Questi stimolano le ghiandole sebacee e provocano eritemi cutanei. Questo tipo di acne quindi è causato da ormoni materni o infantili. I bambini infatti sono in grado di produrre solo una piccola quantità di ormoni.

Questo tipo di acne è diversa dall’acne infantile in quanto i comedoni aperti, o punti neri , di solito non compaiono nell’acne del bambino. Questi sintomi sono comuni nell’acne infantile. L’acne infantile può anche apparire come cisti o noduli . In rari casi, può lasciare cicatrici senza trattamento. Solitamente interessa più i maschietti che le femminucce. Si tratta di un problema di origine ormonale. Gli estrogeni materni durante la gravidanza passano dalla mamma al nascituro attraverso la placenta e ciò provoca la comparsa dei foruncoletti. Questo fenomeno si risolve quando l’organismo del bambino si libera da tutti gli ormoni.

Quali sono i sintomi?

L’acne neonatale appare come protuberanze o brufoli rossi . I bambini possono sviluppare l’acne ovunque sul viso, ma è più comune sulle loro guance.  Altri bambini presentano brufoli, pustole o protuberanze su schiena e collo. Alcune volte si presenta alla nascita, altre volte dopo due o 4 settimana dopo la nascita.

Quali sono le patologie che possono assomigliare all’acne neonatale?

Le patologie che possono essere fraintese con l’acne neonatale sono l’eczema, l’eritema tossico e milia.

Eczema

L’eczema solitamente si presenta come una protuberanza rossa sul viso. Può anche apparire sulle ginocchia e sui gomiti mentre il bambino invecchia. L’eczema può essere infettato e apparire giallo e croccante. Può peggiorare quando il bambino inizia a gattonare e a gattonare le ginocchia e i gomiti. Di solito è facile per il medico distinguere tra l’acne del bambino e l’eczema.

Il tipo più comune di eczema è noto come la dermatite atopica.

L’eczema seborroico è la condizione più spesso erroneamente identificata come acne infantile. E ‘noto anche come dermatite seborroica. L’eczema può essere trattato da farmaci prescritti dal medico.

Potrebbe anche esserti chiesto di rimuovere gli allergeni dalla tua casa.

Eritema tossico

L’eritema tossico, conosciuto anche come eritema tossico del neonato è un’altra comune condizione della pelle che può apparire come eruzione cutanea, piccoli urti o chiazze rosse. Può essere visto sul viso, sul petto o sugli arti del tuo bambino nei primi giorni dopo la nascita.

È innocuo e di solito scompare in meno di una settimana dopo la nascita.

Milia

I Milia sono piccoli dossi bianchi che possono svilupparsi sul viso del tuo bambino. Si verificano quando le cellule morte della pelle vengono catturate in piccole sacche di pelle e possono comparire entro poche settimane dalla nascita.

I Milia non sono correlati all’acne del bambino e non richiedono alcun trattamento.

Se il tuo bambino o neonato presenta ha sulla pelle eruzioni cutanee contatto subito il pediatra.

 

Nota bene

L’acne neonatale non c’entra assolutamente nulla con quella adolescenziale. Alcuni fattori contribuiscono all’insorgenza dell’acne dell’adolescenza. Si tratta di fattori genetici o ambientali, ma averne sofferto alla nascita non aumenta assolutamente la probabilità di soffrirne in seguito.